Mentre ero in vacanza in Spagna, ho conosciuto una signora di cinquant’anni ma con un corpo da ventenne. Aveva due tette mai viste prima, sode ma molto probabilmente rifatte. Non fa niente: quei capezzoli che mi sfioravano la pelle li sento ancora. Me l’ha ciucciato come una dea e si è fatta scopare per ore, sottomettendosi e sottomettendomi. La sua figa matura ha catturato il mio cazzo e l’ha tenuto in caldo per un sacco di tempo. Non ricordo quante volte sono venuto, ma ricordo i suoi gemiti di piacere e la pelle sensibile del mio cazzo arrapatissimo che entrava nel suo culo e nella sua figa.