Mia moglie è una vacca a cui piace il cazzo. Le piace prenderlo ovunque e a tutte le ore e, man mano che invecchia, diventa sempre più troia e più vogliosa, così tanto che a volte sono costretto a trombare con lei. Io amo scoparmela, ma una volta al giorno da vent’anni a questa parte credo sia sufficiente, e invece no. Ieri ero distrutto dopo lavoro, sono andato in camera e l’ho trovata a gambe spalancate intenta a masturbarsi il clitoride e a farsi ditalini. Ho dovuto raggiungere la sua figa con la mia lingua, l’ho dovuta far bagnare per bene e l’ho dovuta penetrare, non solo dalla vagina, ma anche dal culo.